In ricordo di Giuseppe Grazioso

Il Presidente nazionale Ciro Fiorentino e il CDN della SIEM annunciano con grande cordoglio che il 27 giugno è venuto a mancare il M° Giuseppe Grazioso.

Qui di seguito un intenso ricordo di Carlo Delfrati, fondatore della Società Italiana per l’Educazione Musicale.


Nella tristezza del momento voglio ricordare ai giovani cos’è stato Giuseppe per la nostra disciplina.
Faceva parte del generoso manipolo che alla fine degli anni Sessanta sentiva la necessità che l’insegnamento della musica uscisse dalla stagnazione metodologica che da troppo tempo la avviliva. Nel deserto delle iniziative, pubbliche o private che fossero, e nel silenzio degli studi, non c’era altra via d’uscita se non di unire le energie migliori operanti nella scuola, invitarle a confrontarsi, a sperimentare, a studiare.
Anche per merito suo pochi mesi dopo nascerà la SIEM. Giuseppe ne fondò la Sezione torinese guidandola a lungo, contribuì agli studi pubblicando lavori preziosi, sulla figura e l’opera di Laura Bassi, sui legami tra la musica e il movimento, sulla politica dell’educazione musicale.
Docente di Pedagogia musicale in Conservatorio, è sempre stato in prima linea nella vita dell’associazione che aveva contribuito a creare. Fino all’ultimo, quando come proboviro aiutava pazientemente ad armonizzare le opposte ragioni che in un’associazione inevitabilmente si presentano, e che, come Giuseppe dimostrava, sono solo una conferma della sua vitalità.
Che la sua figura possa continuare ad essere viva nel ricordo dei suoi meriti di studioso e di appassionato uomo d’azione. Per me, anche, di un’amicizia profonda e fraterna.
Carlo Delfrati

,