Torino, ottobre 2016: “Didattica dell’Inclusività”

logo_torinoSIEM-Torino

Didattica dell’inclusività

Seminario teorico-pratico

Scarica il dépliant

Oggigiorno si rende sempre più indispensabile fornire agli insegnanti strumenti di lavoro concreti per affrontare i disagi di apprendimento: la Sezione SIEM di Torino risponde con il contributo di Ruth Schmid, alla guida del seminario Didattica dell’Inclusività. Strategie per una didattica inclusiva.
Spaziando dalle elaborazioni teoriche alle esperienze pratiche, il seminario offrirà strumenti pratici per comprendere la connessione tra movimento e mente. Sperimenteremo giochi ed esercizi  per stimolare la cooperazione tra gli emisferi cerebrali, e proporremo l’esplorazione della percezione sensoriale secondo i concetti di spazio e tempo.
Attraverso l’integrazione tra corpo e mente impareremo così a creare le condizioni necessarie per favorire una scrittura fluida e rilassata.


Calendario-orario degli incontri:

  • sabato 8 ottobre 2016: ore 14,30 (accoglienza); ore 15,00-19,00 (lezione)
  • domenica 9 ottobre 2016: mattino ore 9,30-12,30; pomeriggio ore 14,00-17,00.

Contenuti del Seminario

  • Movimenti di integrazione corpo-mente (brain gym): semplici movimenti che ristabiliscono il flusso di comunicazione tra i due emisferi cerebrali e che permettono di utilizzare il proprio potenziale in modo ottimale.
  • Profili di dominanza: tecniche per stabilire l’organizzazione emisferica in modo da attingere ai talenti personali e conoscere gli strumenti per affrontare i propri limiti.
  • Ritmica e psicomotricità nell’apprendimento: giochi di movimento e musica che sviluppano la consapevolezza di spazio, tempo, energia e stimolano la percezione sensoriale, la concentrazione, l’armonia interiore, la comunicazione nel gruppo, le capacità motorie ed espressive.
  • Grafomotricità: attività che consentono, in modo ludico e divertente, di sviluppare le abilità motorie e grafiche per prepararsi alle sfide di un movimento complesso e organico come la scrittura, esplorando forme, ritmi e spazi.
  • Giochi musicali, canti e danze: i giochi cantati e le danze costituiscono un bagaglio prezioso per affinare i sensi, il movimento, il ritmo, la memoria in un contesto di gruppo.
  • Difficoltà e disturbi specifici di apprendimento: capire lo sviluppo della mente e le cause dei deficit di apprendimento attraverso le più recenti ricerche delle neuroscienze sul cervello, per trovare nuove strategie di apprendimento e insegnamento.

Docente

Ruth Schmid

Destinatari

Insegnanti, genitori, musicisti, insegnanti di sostegno, terapisti

Sede e durata del corso

Laboratorio musicale “Il Trillo” in via Manin 20 – Torino
Durata: 10 ore (2016, 8 ott. ore 15-19; 9 ott. ore 9,30-12,30/14-17)


Iniziativa formativa autorizzata dal Direttivo Nazionale SIEM con protocollo n. F-22/15-16 del 18 aprile 2016. Ai partecipanti verrà rilasciato un attestato di frequenza (attività formativa riconosciuta dal MIUR; accreditamento SIEM – DM 177/2000 – Direttiva 90/2003).

, , , , , , , , ,